Video Strategy: dati, trend e report gratuito.

Video Strategy: dati, trend e report gratuito.

Il marketing digitale è in continua evoluzione, ed ha necessariamente bisogno di nuovi linguaggi, strumenti  e strategie che possano soddisfare le esigenze aziendali.

Brand e Communication Manager sono alla costante ricerca di contenuti di qualità per raggiungere i loro obiettivi di marketing digitale. Che si parli di posizionare un prodotto/servizio, sviluppare strategie di ingaggio/lead generation o attivare processi di digital transformation, sembra che il ricorso all’uso del video sia sempre più evidente.

Già a partire del 2017 le strategie di content marketing avevano acquisito una componente significativa di video. Creare un contenuto di valore oggi, significa inevitabilmente attivare una strategia di produzione video che sia frequente e di lungo periodo.

Ma perché l’uso dei video è diventato così importante per le aziende?

Il video è una tipologia di contenuto che può racchiudere in un solo formato tutte le caratteristiche di un prodotto o servizio, abbinando alla parte informativa, quella più emozionale e viceversa.

La semplice fruibilità e l’adattabilità ad ogni piattaforma digitale rendono il formato video ancora più ibrido e appunto declinabile su più touch point digitali.

Il video risponde a tutte le esigenze di marketing, in qualsiasi fase del funnel si trovi il brand.

Infatti, secondo una ricerca condotta da HubSpot:

  • 95% delle persone che hanno guardato un video esplicativo, hanno imparato molto su un prodotto o un servizio (awareness)
  • 81% delle persone sono state convinte ad acquistare un prodotto o un servizio guardando un video del brand (consideration)
  • 69% delle persone hanno acquistato un software o un’applicazione dove aver guardato un video (buy)
  • 85% delle persone dichiara che gli piacerebbe vedere più video dei brand (loyalty)

I video hanno visto aumentare esponenzialmente il loro utilizzo anche grazie ai nuovi rilasci dei principali social network. Dopo Youtube e Facebook infatti il video marketing è entrato con prepotenza anche su Instagram, prima con la possibilità di pubblicare prima un singolo video della durata di 1 minuto, poi con le Instagram stories e successivamente con la recente nascita di Instagram TV (IGTV)

Non solo Facebook e Instagram, ma anche Linkedin ha iniziato la sua personale relazione con il video marketing, rendendo possibile la sponsorizzazione di video e aumentando così la possibilità dei brand di dialogare con dipendenti, partner e consumatori come non mai. L

Il Live Streaming aggiunge valore?

Se a queste considerazioni aggiungiamo la parolina “Live” possiamo facilmente comprendere come il modello di content strategy sia imperniato in maniera significativa sulla parte video. Facebook Live, Instagram Live e tra pochissimo anche Linkedin Live – utile per la parte B2B – stanno cambiando il paradigma della comunicazione che diventa a tutti gli effetti broadcast non solamente in TV ma anche sui social network.

I Brand stanno diventando velocemente delle Media Company e se prima realizzare e distribuire un video era un’attività dispendiosa e non tutte le aziende avevano il sufficiente budget per farlo, con internet e i social media questa soglia si è abbassata parecchio, rendendo il video marketing di veloce e necessaria implementazione in tutte le strategie.

Una video strategy ben fatta può avere un ROI invidiabile, infatti tra tutti i contenuti rendono il miglior ritorno sull’investimento, per il 40% dei marketer è il video al primo posto, per il 23% è al secondo (fonte: SmartInsights)

Come e dove vengono distribuiti i video?

Il sito web e i social media sono ancora in cima alla lista del luogo perfetto dove pubblicare i video di un brand, uno degli utilizzi più frequenti ad esempio è quello di trasmettere gli highlights di eventi aziendali in forma di Live Streaming ma anche di video-interviste e video-reportage. Ma nell’ultimo anno si stanno utilizzando piattaforme e modalità di fruizioni integrate e di supporto come i webinar (55%), le landing page (57%), le email (55%).

I video però, non sono utilizzati soltanto in chiave live oppure come advertising di prodotto o servizio, i video hanno tantissime finalità: si potrebbe pensare di realizzare video informativi, video tutorial e, perché no, video che raccontino i dipendenti dell’azienda e trasformarli quindi in uno strumento di employer branding, human resource e di storytelling sviluppando delle vere e proprie web series a supporto della comunicazione aziendale.

Vuoi scoprire i dati principali che riguardano i vantaggi e l’utilizzo dei video?