LEROY MERLIN: QUANDO LE PERSONE DIVENTANO MEDIA

LEROY MERLIN: QUANDO LE PERSONE DIVENTANO MEDIA

Uno degli obiettivi di Social Reporters è quello di aiutare le persone a diventare media, a farsi testimonial e ambassador della propria azienda, creando contenuti strategici in grado di raccontare la realtà per cui lavorano. A questo scopo, circa 3 anni fa, abbiamo inaugurato la Social Reporters Academy, con una serie di corsi sul Brand Journalism dedicati ai professionisti della comunicazione, per insegnar loro a pensare e realizzare contenuti editoriali efficaci in house, utilizzando al meglio le attrezzature e le competenze di cui dispongono. 

La pandemia e il conseguente distanziamento sociale ci hanno costretti a interrompere le attività dell’Academy in presenza, ma ci hanno anche portato a ragionare su metodi alternativi e agili per distribuire i corsi e condividere le nostre competenze con il pubblico interessato. Siamo così approdati alla produzione di percorsi formativi totalmente video-orientati. 

BRIEF e PRODUZIONE

I responsabili di comunicazione interna di Leroy Merlin, ci hanno chiesto di pensare e realizzare un percorso formativo per introdurre i dipendenti al tema del brand journalism e per mostrar loro come strutturare un reportage volto a promuovere l’azienda presso i loro colleghi con foto, video, interviste e blog post, attraverso contenuti video smart, leggeri e mai noiosi

Obiettivo finale: formare una linea di brand reporters interni all’azienda, in grado di realizzare autonomamente, con il loro smartphone, contenuti efficaci e d’impatto durante le giornate lavorative e/o le iniziative aziendali. 

Dopo aver analizzato e studiato la richiesta del cliente, abbiamo ideato 4 moduli formativi dedicati ai 4 pilastri del brand journalism:

  • Scrittura
  • Videoreportage 
  • Fotoreportage
  • Conduzione 

I quattro moduli, strutturati in più sottocapitoli, prevedono lezioni teoriche e pratiche da parte di tre nostri reporters, professionisti nei rispettivi campi: Anna Rita Cuciniello, Copywriter e Producer, Mattia Cappelletti, Fotografo e Videomaker, Federica Minia, Speaker e Conduttrice. Le lezioni, confezionate in video di 5-10 min., ripercorrono gli step necessari alla creazione di un reportage aziendale, partendo dalla creazione di un piano di contenuti fino alla condivisione con il pubblico, passando per la realizzazione di ciascun elemento. 

L’IMPORTANZA DELLE BASI

Un brand reporter sa che alla base di un buon reportage c’è sempre una strategia di comunicazione, un piano di creazione e distribuzione dei contenuti per raccontare a 360° un’azienda o un tema. 

Il corso “Come scrivere un reportage” mostra all’utente come creare la struttura di un reportage efficace, descrive le diverse tipologie di contenuto (video, foto, interviste, blogpost) a disposizione del brand reporter, spiegandone le peculiarità e le occasioni di utilizzo, attraverso il supporto di esempi pratici e reference. La docente conclude spiegando come distribuire in modo puntuale e organizzato tutti i contenuti, grazie alla creazione di un piano editoriale sviluppato su lungo periodo e su diversi canali.  Il corso prevede inoltre un video di approfondimento dedicato alle tecniche di scrittura persuasiva che rendono articoli e post immediatamente interessanti agli occhi del lettore. 

“Come scrivere un reportage” è diviso in 6 video lezioni, per un tempo di visualizzazione totale di 40 min. 

Vuoi maggiori informazioni sul corso “Come scrivere un reportage”?

MOBILE JOURNALISM

Sapete che esistono film che sono andati al cinema e che sono stati realizzati interamente con uno smartphone? “Unsane” di Steven Soderbergh ne è un esempio, ed è stato realizzato interamente con un iPhone 7!

La domanda sorge spontanea: è possibile creare contenuti video e foto di alta qualità per la propria azienda utilizzando solo uno smartphone? La risposta è si, basta conoscere le proprietà dello strumento di cui si dispone e le giuste tecniche di ripresa. 

Durante le  video lezioni di fotografia e videoreportage, il nostro docente Mattia Cappelletti, spiega ai dipendenti di Leroy Merlin come sfruttare al meglio il proprio smartphone, dando importanti suggerimenti su illuminazione della scena, movimenti di camera, inquadrature, riprese, zoom, post-produzione e tanto altro. 

Non sempre le risorse interne di un’azienda sanno utilizzare o hanno a disposizione telecamere professionali, microfoni, luci e cavaletti. Per questo motivo, i corsi di Social Reporters sono stati pensati e sviluppati nell’ottica del mobile journalism, ovvero per la creazione di contenuti editoriali di qualità e d’ impatto attraverso l’uso del mobile. 

I corsi di videoreportage e fotoreportage prevedono insieme 9 video lezioni, con un tempo di visualizzazione totale di 45 min. 

Vuoi maggiori informazioni sui corsi di Mobile Journalism?

VIDEO CONFIDENCE

Se c’è una cosa che noi Social Reporters sappiamo bene è che non tutti si sentono confident davanti alla telecamera. Questo può diventare un problema quando si decide di inserire all’interno del proprio reportage interviste, video presentazioni e testimonianze dirette. Per questo motivo abbiamo deciso di inserire all’interno del modulo formativo un corso dedicato alle tecniche di conduzione

Durante i 4 capitoli del corso, la docente Federica Minia insegna agli utenti come utilizzare al meglio il proprio corpo e la propria voce, a essere padroni della scena e della situazione, come condurre un’intervista, mettendo a proprio agio l’ospite e rispettando i punti di ripresa, quali sono le regole di un format video e come presentare se stessi e la propria azienda davanti alla telecamera, attraverso tecniche di ice breaking e self confidence

Il modulo prevede 8 video lezioni per un tempo totale di visualizzazione di 40 min.

Vuoi maggiori informazioni sui corsi di Tecniche di Conduzione?

RISULTATI

Il progetto ha richiesto alla nostra redazione due mesi di intenso e oculato lavoro, durante i quali abbiamo sviluppato un modello formativo ad hoc per insegnare agli aspiranti reporters di Leroy Merlin come realizzare i contenuti richiesti dal loro reparto comunicazione e come condividerli sui canali e sulle piattaforme selezionate.

Per ogni video è stato realizzato uno script, condiviso e approvato dal cliente, sulla cui base i docenti hanno registrato le videolezioni. I nostri editor hanno poi provveduto a montare, brandizzare e personalizzare maggiormente i contenuti, inserendo esempi, reference, ecc. 
Il progetto si è concluso con tanta soddisfazione per il cliente e per la nostra redazione, consapevoli entrambi di aver fatto un passo in avanti verso una nuova strada, in cui sono i dipendenti a raccontare la propria azienda, creando contenuti spontanei, di qualità e strategicamente rilevanti.

SEI INTERESSATO AI NOSTRI PERCORSI FORMATIVI?

COMPILA IL FORM PER ENTRARE IN CONTATTO CON UNO DEI NOSTRI PROJECT MANAGER!